Archivio blog

lunedì 16 gennaio 2017

BAE outlines laser-based deflector shield concept / BAE delinea il concetto dello scudo deflettore basato sul laser.

BAE outlines laser-based deflector shield concept / BAE delinea il concetto  dello scudo deflettore basato sul laser.


Segnalato dal Dott. Giuseppe Cotellessa / Reported by Dr. Joseph Cotellessa


Directed Energy
A concept directed energy system able to create structures in the Earth’s atmosphere with the properties of lenses could help protect future aircraft from hostile attacks by laser weapons
Developed by engineers at BAE’s military aircraft facility in Warton, and evaluated by experts at the Rutherford Appleton Laboratory, the so-called Laser Developed Atmospheric Lens (LDAL) concept, works by simulating naturally occurring phenomena and temporarily creating lens-like structures in the Earth’s atmosphere which can be used to magnify or change the path of electromagnetic waves such as light and radio signals.
The concept copies two existing effects in nature; the reflective properties of the ionosphere and desert mirages, and simulates both of these effects by using a high pulsed power laser system and exploiting a physics phenomena called the ‘Kerr Effect’ to temporarily ionise or heat a small region of atmosphere in a structured way.
According to BAE: mirrors, glass lenses, and structures like Fresnel zone plates could all be replicated using the atmosphere, allowing the physics of refraction, reflection, and diffraction to be exploited.
The company claims that as well as enhancing a commanders’ ability to observe adversaries’ activities over much greater distances than existing sensors the concept could be used as a form of ‘deflector shield’ to protect friendly aircraft, ships, land vehicles and troops from incoming attacks by high power laser weapons.
As previously reported by The Engineerdirected energy weapons are now a major focus across the defence industry.
Commenting on the concept BAE futurologist Nick Colosimo said: “Working with some of the best scientific minds in the UK, we’re able to incorporate emerging and disruptive technologies and evolve the landscape of potential military technologies in ways that, five or ten years ago, many would never have dreamed possible.”
ITALIANO
Il concetto di un sistema di energia diretta in grado di creare strutture in atmosfera della Terra con le proprietà delle lenti potrebbe aiutare a proteggere gli aeromobili in futuro da attacchi ostili di armi laser.

Sviluppato dagli ingegneri presso lo stabilimento aerei militari di BAE in Warton, e valutati da esperti del Rutherford Appleton Laboratory, il cosiddetto concetto di laser sviluppato per lenti atmosferiche (LDAL), funziona simulando naturalmente i fenomeni e la creazione temporanea di strutture di lenti-come nell'atmosfera della Terra che può essere utilizzata per ingrandire o modificare il percorso delle onde elettromagnetiche, quali segnali luminosi e radio.

Il concetto copia due effetti esistenti in natura; le caratteristiche di riflessione di miraggi della ionosfera e del deserto, e simula entrambi questi effetti utilizzando un sistema laser pulsato ad alta potenza e sfruttando un fenomeno  fisico chiamato il 'Kerr Effect' per ionizzare o riscaldare una piccola regione di atmosfera in modo strutturato temporaneamente.

Secondo BAE: specchi, lenti in vetro, e strutture come piatti della zona di Fresnel potevano essere replicati con l'atmosfera, permettendo di realizzare la fisica della rifrazione, riflessione e di diffrazione da sfruttare.

La società sostiene che, oltre che migliorare la 'capacità di osservare avversari e comandare attività su distanze molto maggiori rispetto ai sensori esistenti, il concetto potrebbe essere utilizzato come una forma di' scudo deflettore 'per proteggere gli aeromobili amichevoli, navi, veicoli terrestri e truppe in arrivo da attacchi da parte di armi laser ad alta potenza.

Le armi ad energia diretta sono ormai un obiettivo importante in tutta l'industria della difesa.

Commentando il concetto di BAE, il futurologo Nick Colosimo ha detto: "Lavorando con alcune delle migliori menti scientifiche del Regno Unito, siamo in grado di integrare tecnologie emergenti e dirompenti ed evolvere il paesaggio di potenziali tecnologie militari in modi che, cinque o dieci anni fa , molti non avrebbero mai immaginato possibile. "

Da:
https://www.theengineer.co.uk/bae-outlines-laser-based-deflector-shield-concept/?cmpid=tenews_3004218