Archivio blog

giovedì 26 gennaio 2017

Cardiff researcher proposes anti-tsunami concept. The patent process ENEA RM2012A000637 could be very useful in this application. / Ricercatore di Cardiff propone un concetto anti-tsunami. Il processo di brevetto ENEA RM2012A000637 potrebbe essere molto utile in questa applicazione.

Cardiff researcher proposes anti-tsunami concept. The patent process ENEA RM2012A000637 could be very useful in this application. / Ricercatore di Cardiff propone un concetto anti-tsunami. Il processo di brevetto ENEA RM2012A000637 potrebbe essere molto utile in questa applicazione.

Segnalato dal Dott. Giuseppe
 Cotellessa / Reported by Dr. Joseph
 Cotellessa
(Credit: Dr Usama Kadri)
(Credit: Dr Usama Kadri)
Sound waves could be used to dissipate the energy of tsunamis and potentially save lives, according to a researcher from Cardiff University.

In the journal Heliyon, Dr Usama Kadri, from the university’s School of Mathematics, outlines how acoustic-gravity waves (AGWs) could be fired at a tsunami to reduce its amplitude, or height. AGWs are natural sound waves that travel in the oceans, sometimes thousands of metres below the surface. If we could find a way to engineer these waves, we could use them to diminish the energy of tsunamis and protect populations living in coastal areas.
The proposed system would involve two AGWs fired at the tsunami’s epicentre to form what’s known as a resonant triad. Research suggests that mitigation of surface gravity waves (tsunamis) is possible through a careful resonant triad interaction.
“Within the last two decades, tsunamis have been responsible for the loss of almost half a million lives, widespread long-lasting destruction, profound environmental effects and global financial crisis,” said Dr Kadri.
“Up until now, little attention has been paid to trying to mitigate tsunamis and the potential of acoustic-gravity waves remains largely unexplored.”
The 2004 Boxing Day tsunami killed over 230,000 people in 14 countries, and the energy released by the earthquake that caused it was estimated to be the equivalent of approximately 1,500 Hiroshima bombs. In order to use AGWs in tsunami mitigation, engineers would first need to develop highly accurate AGW frequency transmitters or modulators, which Dr Kadri admits would be difficult.
“In practice, generating the appropriate acoustic-gravity waves introduces serious challenges due to the high energy required for an effective interaction with a tsunami,” he explained.
“However, this study has provided proof-of-concept that devastating tsunamis could be mitigated by using acoustic-gravity waves to redistribute the huge amounts of energy stored within the wave, potentially saving lives and billions of pounds worth of damage.”
ITALIANO
Le onde sonore potrebbero essere utilizzate per dissipare l'energia di tsunami e potenzialmente salvare la vita, secondo un ricercatore dell'università di Cardiff.
Nella rivista Heliyon, il dottor Osama Kadri, della scuola dell'università di matematica, delinea come le onde acustiche di gravità (AGWs) potrebbero essere inviate contro uno tsunami per ridurre la sua ampiezza, o altezza. AGWs sono onde sonore naturali che viaggiano negli oceani, a volte migliaia di metri sotto la superficie. Se siamo riusciti a trovare un modo di progettare queste onde, li potremmo usare per diminuire l'energia di tsunami e proteggere le popolazioni che vivono nelle zone costiere.

Il sistema proposto comporterebbe due AGWs sparati all'epicentro del maremoto per formare quello che è noto come una triade di risonanza. La ricerca suggerisce che l'attenuazione delle onde di superficie di gravità (tsunami) è possibile attraverso una interazione con la triade di risonanza.

"Negli ultimi due decenni, gli tsunami sono stati responsabili per la perdita di quasi mezzo milione di vite, distruzione diffusa di lunga durata, gli effetti ambientali gravi e la crisi finanziaria globale", ha detto il dottor Kadri.

"Fino ad ora, poca attenzione è stata dedicata al tentativo di mitigare gli tsunami e il potenziale delle onde acustiche-gravità rimane in gran parte inesplorato."

Nel 2004 nel giorno di Santo Stefano uno tsunami ha ucciso oltre 230.000 persone in 14 paesi, e l'energia rilasciata dal terremoto che ha causato è stato stimato per essere l'equivalente di circa 1.500 bombe di Hiroshima. Per poter utilizzare AGWs nella mitigazione dello tsunami, i tecnici avrebbero prima necessario di sviluppare trasmettitori ad alta precisione AGW frequenza o modulatori, che il dottor Kadri ammette sarebbe difficile da realizzare.

"In pratica, la generazione di onde acustiche di gravità del caso presenta seri problemi a causa della elevata energia necessaria per un'interazione efficace con uno tsunami", ha spiegato.

"Tuttavia, questo studio ha fornito la prova concettuale che tsunami devastanti potrebbero essere mitigati utilizzando onde acustiche di gravità per ridistribuire l'enorme quantità di energia immagazzinata all'interno dell'onda, e potenzialmente salvare vite umane e miliardi di sterline di danni."
Da:
https://www.theengineer.co.uk/cardiff-researcher-proposes-anti-tsunami-concept/?cmpid=tenews_3038190