Archivio blog

martedì 10 gennaio 2017

NECESSITA’ E URGENZA DI MODIFICA DEL SISTEMA INTERNAZIONALE DI MISURA IN BASE ALLA SCOPERTA DELLA FORZA ROTAZIONALE GRAVITAZIONALE INDOTTA

NECESSITA’ E URGENZA DI MODIFICA DEL SISTEMA INTERNAZIONALE DI MISURA IN BASE ALLA SCOPERTA DELLA FORZA ROTAZIONALE GRAVITAZIONALE INDOTTA

Dott. Giuseppe Cotellessa




Sir Isaac Newton associò il concetto di massa alla formula della forza f =ma.

Per un corpo fermo si può ritenere che la grandezza massa abbia valore costante.

Successivamente Albert Einstein si accorse che la massa non è più una grandezza costante ma quando il corpo di massa m si muove, il suo valore dipende dalla velocità di movimento secondo la nota relazione:

(1) m = mo/1-v2/c2

Infine il Dott. Giuseppe Cotellessa ha intuito che quando un corpo si muove a velocità costante v esso è soggetto alla forza rotazionale gravitazionale che dipende dalla velocità e non più dall’accelerazione in perfetta simmetria col sistema di equazioni di Maxwell valido nel campo elettromagnetico.

(2)    Frg =(mv) ω

Nella relazione 2 il prodotto q=mv è scalare ed in fisica prende il nome di quantità di moto.

Il prodotto q ω è invece un prodotto vettoriale.

E’ noto dalla fisica che la quantità di moto q=mv soddisfa al principio di conservazione sia con gli urti elastici che in quelli anelastici, mentre il principio di conservazione dell’energia è valido solo per gli urti elastici e non per quelli anelatici.

Ciò suggerisce che quando un corpo è fermo la grandezza che lo caratterizza è la massa, mentre quando un corpo è in movimento la grandezza che lo caratterizza non è più la massa ma la sua quantità di moto.

La massa m caratterizza la forza f =ma

La quantità di moto q=mv caratterizza invece la forza rotazionale gravitazionale indotta Frg =p ω

In base a queste considerazioni si suggerisce di definire:

1     1)     un sistema internazionale di misura statico SIS

dove la massa rappresenta una grandezza fondamentale

 2)     un sistema internazionale di misura dinamico SID


dove la quantità di moto q=mv rappresenta una grandezza fondamentale.