Archivio blog

sabato 24 giugno 2017

A Milano arriva il primo centro di ricerca sui biofilm batterici / In Milan comes the first research center on bacterial biofilms

A Milano arriva il primo centro di ricerca sui biofilm battericiIn Milan comes the first research center on bacterial biofilms


Segnalato dal Dott. Giuseppe Cotellessa / Reported by Dr. Giuseppe Cotellessa





Inaugurato presso l’Istituto Ortopedico Galeazzi, il Centro Biofilm. Milano punta a diventare il principale punto di riferimento europeo per la ricerca sulle infezioni correlate a materiali impiantabili
Diventare il principale punto di riferimento in Europa nella ricerca nell’ambito delle infezioni correlate ai materiali impiantabili: è questo l’obiettivo del Centro Biofilm Milano, il primo laboratorio italiano dedicato allo studio del biofilm batterico, inaugurato presso l’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi. Il Galeazzi, grazie al lavoro congiunto del Centro di chirurgia ricostruttiva e delle infezioni osteo-articolari (CRIO) e del Laboratorio di analisi cliniche e microbiologiche, diretti rispettivamente dai professori Carlo Luca Romanò e Lorenzo Drago, responsabili scientifici del Centro Biofilm Milano, è da anni specializzato nella diagnostica, nella prevenzione e nel trattamento delle infezioni correlate al biofilm batterico e ai materiali impiantabili. La costante attività scientifica della struttura è stata, nel corso degli anni, sostenuta dalla Comunità Europea, dal Ministero della Salute e da Regione Lombardia.
Il biofilm batterico è una sottile pellicola formata dai batteri sulle superfici dei materiali impiantabili, come protesidevice cardiaci o impianti dentari. Il biofilm, la cui formazione può essere agevolata da alcune condizioni che riducono le difese immunologiche del paziente, crea una sorta di barriera impermeabile all’azione degli antibiotici ed è responsabile dell’80% delle infezioni croniche, rappresentando oggi la maggiore causa di mortalità e di inabilità per infezione. Una stima dell’università di Philadelphia parla di 25.000 morti l’anno, una cifra che raggiungerà quota 100.000 nel 2050, senza contare l’impatto che il biofilm ha sulla resistenza alle cure con antibiotici. Si calcola che nel 2025 i farmaci che oggi conosciamo saranno in grado di curare solo il 30% delle infezioni.
Queste cifre significative hanno spinto la Gruppo ospedaliero San Donato Foundation a realizzare il Centro Biofilm Milano, grazie anche alla sensibilità dei vertici della Fondazione Polizzotto-Porrati ONLUS, che ha finanziato il progetto di ricerca, unico in Italia e tra i pochi in Europa.
“L’impatto che il biofilm ha sulle nostre vite è più rilevante di quanto si possa pensare” afferma il professor Lorenzo Drago. “La presenza del biofilm incide non solo sul corretto funzionamento dei device impiantabili nel corpo umano, ma ha un grande impatto anche sull’igiene e sulla sterilità degli ambienti in ambito ospedaliero, poiché rende inefficaci gli agenti disinfettanti. La ricerca è l’unica arma che abbiamo per contrastare le infezioni e i nostri partner, la Gruppo ospedaliero San Donato Foundation e la Fondazione Polizzotto-Porrati ONLUS, ne hanno compreso l’importanza e sono al nostro fianco” conclude il professor Drago.
“Le complicanze legate alle infezioni ossee e articolari sono gravi e frequenti” afferma il professor Romanò. “Le conseguenze possono essere molteplici e di diversa gravità: parliamo di cronicizzazione, ma anche di zoppia, di rigidità articolare, di differente lunghezza degli arti, fino alla necessità di sottoporre il paziente a complessi interventi chirurgici, con le problematiche fisiche e psicologiche che ne conseguono. Un altro aspetto, non meno importante, è quello relativo ai costi, che ammontano a circa 1 miliardo di euro, che il nostro servizio sanitario deve sostenere per riparare i danni da biofilm, che condizionano in maniera significativa la vita dei pazienti”. Il Centro Biofilm Milano si pone obiettivi ambiziosi, come migliorare gli approcci chirurgici e terapeutici attraverso lo studio di meccanismi molecolari e biologici correlati al biofilm; studiare nuovi sistemi di prevenzione, diagnosi, cura e monitoraggio; sviluppare un network internazionale con i migliori centri mondiali per favorire la mobilità dei ricercatori e lo scambio di informazioni.
ENGLISH
Opened at the Istituto Ortopedico Galeazzi, the Biofilm Center. Milan aims to become the main European reference point for research on implantable infectious infections
Become the main reference point in Europe in the field of infections related to implantable materials: this is the goal of Centro Biofilm Milano, the first Italian laboratory dedicated to the study of bacterial biofilm, inaugurated at the IRCCS Orthopedic Institute Galeazzi. Galeazzi, thanks to the joint work of the Center for Reconstructive Surgery and Osteo-Articular Infections (CRIO) and the Laboratory for Clinical and Microbiological Analysis, directed respectively by professors Carlo Luca Romanò and Lorenzo Drago, scientific heads of Centro Biofilm Milano, Years specialized in diagnostics, prevention and treatment of infections related to bacterial biofilm and implantable materials. Over the years, the constant scientific activity of the structure has been supported by the European Community, the Ministry of Health and the Lombardy Region.
Bacterial biofilm is a thin film formed by bacteria on the surfaces of implantable materials such as prostheses, cardiac devices or dental implants. Biofilm, whose formation can be facilitated by some conditions that reduce the patient's immune defenses, creates a sort of barrier that is impermeable to the action of antibiotics and is responsible for 80% of chronic infections, representing today the major cause of mortality and Of incapacity for infection. An estimated Philadelphia University speaks of 25,000 deaths per year, a figure that will reach 100,000 in 2050, without counting the impact that biofilm has on resistance to antibiotic treatment. It is estimated that in 2025 the drugs we know today will be able to treat only 30% of the infections.
These significant numbers have prompted the San Donato Foundation Hospital to create the Centro Biofilm Milano thanks to the sensitivity of the Foundation's Polizzotto-Porrati ONLUS Foundation, which funded the research project, unique in Italy and among the few in Europe.
"The impact that biofilm has on our lives is more relevant than we can think," says Professor Lorenzo Drago. "The presence of biofilm affects not only the proper functioning of implantable devices in the human body but also has a great impact on hygiene and sterility in hospital environments, as it renders disinfectant agents ineffective. Research is the only weapon we have to counteract the infections and our partners, the San Donato Foundation Hospital Foundation and the ONLUS Polizzotto-Porrati Foundation, have understood it and are on our side, "Professor Drago concludes.
"The complications associated with bony and joint infections are serious and frequent," says Professor Romanò. "The consequences can be multiple and of different gravity: we speak of chronic, but also of bone, joint stiffness, of different lengths of the limbs, to the need to subject the patient to complex surgical interventions, with the physical and psychological problems that they follow. Another aspect, no less important, is the cost, which amounts to about 1 billion euros, which our health service has to support to repair biofilm damage, which significantly affects the lives of patients. " The Biofilm Milan Center sets ambitious goals, such as improving surgical and therapeutic approaches through the study of molecular and biological mechanisms related to biofilm; Study new systems for prevention, diagnosis, care and monitoring; Develop an international network of the world's best centers to encourage researchers' mobility and information exchange.
Da:
https://www.galileonet.it/2017/06/nasce-a-milano-il-primo-centro-di-studio-sui-biofilm-batterici/?utm_campaign=Newsatme&utm_content=A%2BMilano%2Barriva%2Bil%2Bprimo%2Bcentro%2Bdi%2Bricerca%2Bsui%2Bbiofilm%2Bbatterici&utm_medium=news%40me&utm_source=mail%2Balert