Archivio blog

mercoledì 28 giugno 2017

New MRI Technique Images Glucose in Body to Spot Tumors. Nuova tecnica di RM Immagini per evidenziare la distribuzione del glucosio nel corpo nelle zone tumorali.

New MRI Technique Images Glucose in Body to Spot Tumors. The procedure of the ENEA patent RM2012A000637 is very useful in this application. / Nuova tecnica di RM Immagini per evidenziare la distribuzione del glucosio nel corpo nelle zone tumorali. Il procedimento del brevetto ENEA RM2012A000637 è molto utile in questa applicazione. 



Segnalato dal Dott. Giuseppe Cotellessa / Reported by Dr. Giuseppe Cotellessa



Image: Visualization of brain cancer by conventional contrast agents (left) and by the glucose MRI method (right).

Immagine: Visualizzazione del cancro del cervello da agenti convenzionali di contrasto (a sinistra) e dal metodo di glucosio MRI (a destra).

Scientists at the German Cancer Research Center have developed a highly sensitive magnetic resonance imaging (MRI) system that can image tumors in the body, without the need for conventional contrast agents or radioactivity.
Normally, doctors often inject a contrast agent into the blood before an MRI scan. The contrast agent circulates in the bloodstream and can be detected during the scan. However, it doesn’t enter the cells themselves. Nutrients like glucose, however, do. Cells absorb glucose from the bloodstream and break it down for energy. However, tumor cells need lots to glucose to maintain their aggressive growth. Being able to compare levels of glucose in different areas of the body should make it easier to see certain tumors that are hungry and therefore are growing aggressively.
MRI scanners are generally tuned to see hydrogen atoms, which are found in highest concentration in water. Glucose molecules can’t be seen directly on MRI, but an effect called magnetization transfer can be harnessed to sort-of pass the glucose signal to the surrounding water. The German team was able to monitor glucose consumption within healthy tissue, as well as in brain cancer tumors by simply injecting a glucose solution and performing scans shortly thereafter.
Existing methods of detecting glucose uptake in tumors, such as positron emission tomography, involve injecting radioactive glucose. “Our glucose MRI does not require any radioactivity and therefore, does not involve any radiation exposure for the patient,” said physicist Daniel Paech, an author on the study.
ITALIANO
Gli scienziati del Centro di ricerca tedesco del cancro hanno sviluppato un sistema di risonanza magnetica altamente sensibile (MRI) che può rappresentare tumori nel corpo, senza la necessità di agenti contrastanti convenzionali o di radioattività.
Normalmente, i medici spesso iniettano un agente di contrasto nel sangue prima di una scansione MRI. L'agente di contrasto circola nel flusso sanguigno e può essere rilevato durante la scansione. Tuttavia, non entra nelle cellule stesse. Tuttavia, i nutrienti come il glucosio, sono assorbite  dalle cellule che lo assorbono  dal flusso sanguigno e lo rompono per  generare l'energia. Tuttavia, le cellule tumorali hanno bisogno di una maggiore  quantità  di glucosio per mantenere la loro crescita aggressiva. Essere in grado di confrontare i livelli di glucosio in diverse aree del corpo dovrebbe rendere più facile vedere alcuni tumori in crescita aggressiva.
Gli scanner MRI sono generalmente sintonizzati per vedere gli atomi di idrogeno, che si trovano nella massima concentrazione in acqua. Le molecole di glucosio non possono essere osservate direttamente in MRI, ma un effetto chiamato trasferimento di magnetizzazione può essere sfruttato per ordinare il passaggio del segnale di glucosio all'acqua circostante. Il gruppo tedesco è stato in grado di monitorare il consumo di glucosio nel tessuto sano, così come nei tumori del cancro del cervello, semplicemente iniettando una soluzione di glucosio e eseguendo scansioni poco dopo.
I metodi esistenti per rilevare l'assorbimento di glucosio nei tumori, come la tomografia a emissione di positroni, prevedono l'iniezione di glucosio radioattivo. "La nostra MRI per glucosio non richiede alcuna radioattività e quindi non comporta alcuna esposizione alle radiazioni per il paziente", ha dichiarato il fisico Daniel Paech, autore dello studio.
Da:
https://www.medgadget.com/2017/06/imaging-glucose-levels-body-using-mri.html