Archivio blog

venerdì 23 giugno 2017

Newly Designed Nanorods Act as Dual Imaging Agents for Improved Diagnostics and Surgical Use. Nanocubetti di nuova concezione agiscono come agenti duali per l'analisi delle immagini per migliorare la diagnostica e l'uso chirurgico.

Newly Designed Nanorods Act as Dual Imaging Agents for Improved Diagnostics and Surgical Use.  The procedure of the ENEA patent RM2012A000637 is very useful in this application / Nanocubetti di nuova concezione agiscono come agenti duali per l'analisi delle immagini per migliorare la diagnostica e l'uso chirurgico. Il procedimento del brevetto ENEA RM2012A000637 è molto utile in questa applicazione. 


Segnalato dal Dott. Giuseppe Cotellessa / Reported by Dr. Giuseppe Cotellessa







Scientists at the PNG College of Technology have developed new nanoscale rods that may be an effective dual-mode imaging agent for detecting cancer. The nanorods can be seen using both magnetic resonance and optical imaging techniques. Combining the two offers potentially better localization results during pre-op imaging, but can also allow for easy to use the optical intraoperative identification of tumor tissue that was originally spotted using MRI.
The nanorods are made of gadolinium oxide doped with the element europium. They are also coated with a layer of silica so that the potentially toxic material they’re made of doesn’t make direct contact with the body. The performed icytotoxicity study that showed low levels of toxicity at reasonable concentration levels.
These are still early developments for this technology and the nanorods may be more finely tuned to create a more powerful signal. This would further reduce the required concentration levels, potentially one day leading their introduction into clinical practice.
According to Dr. R. Arun Kumar, Associate Professor, PSG College of Technology, “The developed nano-contrast serves for both MRI and optical imaging. Therefore, the imaging of cancer with higher sensitivity and spatial resolution is possible. The mortality rate can also be reduced.”

ITALIANO

Gli scienziati del PNG College of Technology hanno sviluppato nuovi nanocubi in nanoscala che possono essere un efficace agente per la formazione dell'immagine a doppia modalità per rilevare il cancro. I nanocubetti possono essere visualizzati usando sia tecniche di risonanza magnetica che quelle ottiche. La combinazione delle due modalità offre risultati di localizzazione potenzialmente migliori durante l'analisi dell'immagine pre-operatoria, ma può anche consentire di utilizzare facilmente l'identificazione intraoperatoria ottica del tessuto tumorale originariamente individuato utilizzando l'MRI.
I nanocubetti sono costituiti da ossido di gadolinio drogato con l'elemento europio. Sono anche rivestiti con uno strato di silice in modo che il materiale potenzialmente tossico di cui siano fatti non faccia contatto diretto con il corpo. Lo studio in vitro della citotossicità  ha mostrato bassi livelli di tossicità a livelli ragionevoli di concentrazione.
Questi sono ancora i primi sviluppi per questa tecnologia e i nanocubetti possono essere più sintonizzati per creare un segnale più potente. Ciò ridurrebbe ulteriormente i livelli di concentrazione richiesti, potenzialmente un giorno che porterebbe la loro introduzione nella pratica clinica.
Secondo il dott. R. Arun Kumar, professore associato, PSG College of Technology, "Il nano-contrasto sviluppato serve sia per la RM che per l'ottica. Pertanto, l'immagine del cancro è identificata con maggiore sensibilità e risoluzione spaziale possibile. Anche il tasso di mortalità potrebbe essere essere ridotto ".


Da:

https://www.medgadget.com/2017/06/newly-designed-nanorods-act-dual-imaging-agents-improved-diagnostics-surgical-use.html